Urgh!

CharlieBrown-arghIl sorriso di Marta è così luminoso da cancellare i brufoli spruzzati sul viso un po’ dappertutto: “Come sta, prof?” “Mah, bene, sì, direi bene. Tu che combini?” Lei prende il respiro e poi giù: il racconto di scuole frequentate qualche mese, poi cambiate, poi ricominciate, poi rimollate, fino alla maggiore età e alla scelta, definitiva, della danza. Un’accademia in una città lontana, che la impegna per ore, tutti i giorni, mattino e pomeriggio, un posto dove le controllano la dieta, la pesano e la misurano. “Ballo, ballo e ballo!” dice: “Quindi un po’ di tonno a mezzogiorno e verdura cotta la sera, poi a letto presto, il mio ragazzo non lo vedo mai, sono sempre a danzare…” Le frugo negli occhi verdi profondi e vedo un mucchio di sogni, quindi rinuncio a battute sulla specie di vita da forzato che conduce: “Sono così contento di vederti felice. E a casa? I tuoi fratelli?” “Tutto bene, ma li vedo così raramente, sa, con la danza… Questa settimana ne ho approfittato e sono tornata a casa per votare, ma di solito li vedo solo a Natale e Pasqua. Così ho preso la scusa di votare, anche se non sapevo bene che cosa votare, era la prima volta.” Le ho detto, senza troppa convinzione, che a votare non si sbaglia mai. “Ma sì, infatti” ha confermato: “meglio votare… io, non so se andrà bene, ma boh! Ho votato Berlusconi…” “Urgh!”

“C’è sempre un collega rincoglionito che prende il caffè e lo lascia nella macchinetta, così poi si rischia che si rovescia tutto…” mi spiega accigliata l’insegnante di matematica. “Sarà stato quello di religione, sai, parla con gli angeli lui. O sennò è la psicologa del circle time, così serena e scollegata dal mondo…” Le spiego con pazienza, mentre la guardo afferrare con stizza il bicchierino che ho scordato nella macchinetta e gettarlo nella spazzatura, caffè e tutto, per poi esplodere: “Idioti! Ah, a proposito. Hai visto le elezioni? Un popolo di…” Si interrompe mentre entra quella di arte, una sorta di mastodontica catechista ingioiellata. “Non c’è bisogno che vi zittiate di colpo, ho sentito che parlavate di politica. Sapete cosa vi dico?” “No, che ci dici? Dicci, dicci…” Lei assume un’aria solenne, soppesa bene le parole: “Allora, sentite bene: le proprietà uno se le suda, quindi le proprietà non si tassano, io l’IMU la rivoglio indietro. Capito? Sappiatelo tutti, io ho votato Berlusconi…” “Urgh!”

Stavano proprio tutti nascosti, gli elettori del Cavaliere. O forse semplicemente noi non li volevamo vedere. Fatto sta che sono saltati fuori, eccome se sono saltati fuori. E non hanno le sembianze di quegli anziani piagati dalla crisi, che si sono recati alle poste impugnando la lettera truffaldina sul rimborso IMU. Non hanno passo incerto né occhi spenti da ore diarie di televisione. Non sono, no, quei vecchi, tanto vilipesi e derisi dalla satira nostrana nei giorni scorsi, quelli che hanno votato Berlusconi. Tanto per mettere i puntini sulle i, perché a me questa storia degli anziani rimbambiti che condannano generazioni di virtuosi al declino mi ha stancato. Gli italiani che lo continuano a volere sono prima di tutto quelle persone, tante e tutte intorno a noi, che non sanno quello che fanno o che, forse, lo sanno fin troppo bene.

Annunci

Tag:, , , , , ,

About Emiliano B

Un lombardo in Emilia. Insegnante nelle scuole secondarie. Amo le lettere, la musica di Seattle, il calcio, i vizi.

7 responses to “Urgh!”

  1. prigioniera_del_deserto says :

    Strano. Pensavo che gli elettori di Berlu non facessero coming out per partito preso…

  2. stileminimo says :

    Se fosse vero che spariscono in fretta, com’è che si ripropongono come una cena idigesta ad ogni elezione, anzichè fare il percorso loro?

  3. alessandramignone84 says :

    Già, tutti nascosti nella tua scuola quelli! E non ne fanno mistero! …battute a parte, questo mi sembra proprio un bel blog, a rileggerti con piacere!! – Ale

  4. laGattaGennara says :

    non fa una piega. é da una ventina di giorni che non prendo caffé alle macchinette.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: