Archive | 1 aprile 2012

Assaggio domenicale da “Zaira” di Hajdari

Un paio di testi dalla raccolta inedita Zaira.

Tu sei nata dall’esilio e in esilio;

Vado via Europa, vecchia puttana viziata

Gëzim Hajdari

Autore albanese, classe ’57, vive dal 1992 in Italia come esule, dopo che le critiche alla dittatura di Enver Hoxha prima e di Sali Berisha poi gli sono valse censure e minacce di morte. Scrive le sue liriche in italiano e in albanese, traducendosi continuamente da una lingua all’altra. Gli è riconosciuto il merito di aver introdotto nella poesia occidentale i ritmi balcanici. È autore di numerose raccolte: Erbamara, Antologia della pioggia, Ombra di cane, Sassi controvento, Corpo presente, Stigmate, Spine nere, Maldiluna, Péligorga.

Supplemento monografico di El Ghibli sul poeta

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: